palazzo cemento librino

Desideriamo esprimere la nostra totale e sincera solidarietà a Luciano Bruno, giornalista e collaboratore de “I Sicliani Giovani“, che ieri mattina, attorno alle 10:30, è stato aggredito a Librino, il quartiere-ghetto della periferia catanese controllato da Cosa Nostra, mentre stava scattando delle foto al Palazzo di Cemento. Circondato da sei uomini, minacciato con un’arma da fuoco e picchiato, gli hanno rotto un dente, oltre a intimidirlo facendo i nomi dei suoi familiari.

Autore di vari articoli sulla drammatica situazione del quartiere, Luciano Bruno è anche l’autore di una piece teatrale di denuncia su Librino, che ha fatto il giro d’Italia. Siamo vicini a lui e alla sua famiglia e speriamo che al più presto la magistratura trovi i colpevoli, oltre a sollecitare un diretto intervento della politica, a censura di quanto è successo.

la Redazione di WikiMafia