Non siamo riusciti a conoscerla di persona, perché quando quasi due anni fa abbiamo fatto (e vinto) la battaglia per portare in prima serata il docu-film su suo padre nel trentennale della scomparsa non avevamo abbastanza soldi per andare fino a Catania (e per questo abbiamo organizzato a Milano una commemorazione ad hoc con Nando dalla Chiesa e Stampo Antimafioso). Abbiamo ricevuto attraverso il Prof. i suoi ringraziamenti per quello che avevamo fatto.

Elena Fava si è spenta ieri per un male che le era stato diagnosticato 8 mesi fa. Era presidente della Fondazione Fava da quando era nata, dal 2002, e come una leonessa si è battuta fino alla fine per difendere la memoria di suo padre, attraverso il premio giornalistico a lui dedicato ma anche con svariate iniziative, il tutto con pochissimi soldi, esattamente come noi. Aveva 65 anni, lascia un marito, tre figlie e un nipote. E lascia anche tutti noi, che pure di persona non l’abbiamo conosciuta, eppure la sua perdita ci lascia smarriti e sconvolti. Perché c’è un filo tra tutti noi che ci crediamo per davvero in quello che facciamo che fa cadere ogni muro e ogni distanza: la Causa è quello che ci unisce.

I funerali si terranno mercoledì alle 10 nella chiesa di Ognina. Sarà seppellita nella cappella di famiglia a Palazzolo Acreide. Accanto al padre.

Il nostro cordoglio alla famiglia e a tutti gli amici.

I ragazzi di WikiMafia – Libera Enciclopedia sulle Mafie