Non è stato facile. Ma da giovedì 21 marzo 2019 MafiaMaps è finalmente disponibile per Android (dalla prossima settimana su iOS) nella sua versione BASIC. Il che significa che per ora avete un accesso (senza dovervi nemmeno registrare!) a una mappa con una prima mappatura delle famiglie attive in Lombardia, Napoli, Reggio Calabria e Palermo, che stiamo continuando a fare proprio ora che state leggendo. Parallelamente stiamo sviluppando la versione FULL, che rilasceremo a step nei prossimi mesi.

Mentre sullo store faceva ingresso nuovamente la nostra App lanciata nel 2015, prima dell’alba siamo partiti per Padova dove abbiamo partecipato con il coordinamento milanese di Libera alla 24° giornata nazionale in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Su YouTube il video di una giornata emozionante, iniziata prima dell’alba e conclusasi con il ritorno a Milano in tarda serata. Eravamo in 50mila, un milione in tutta Italia. Molti la chiamano “passerella”, per noi è stata l’occasione per ribadire il nostro impegno quotidiano e per ricordare le 1011 vite spezzate dalle mafie, di cui non ci si ricorda mai abbastanza. Chi parla di passerella semplicemente non ha mai partecipato a un 21 marzo, sia esso nazionale o locale: forse c’è qualche autorità che lo fa per mettersi in mostra, ma il popolo che partecipa lo fa perché ci crede.

La vicenda di MafiaMaps ci ha insegnato che occorre seminare, sempre, anche quando non cresce niente. Perché prima o poi, se ci si mette passione e amore, qualcosa cresce. Noi ci stiamo mettendo tutto il nostro entusiasmo, capacità e forza d’animo. Voi sosteneteci come potete, anche solo parlando del progetto. Un’altra cosa che non vi costa nulla è donarci il 5xmille: vi basta inserire il nostro codice fiscale 97 67 75 80 157 nel riquadro dedicato al sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale.

Come diceva Paolo Borsellino: “Parlate della mafia. Parlatene ai giornali, alla radio, in televisione. Però parlatene“. Noi con MafiaMaps proviamo a portare a un nuovo livello la diffusione di conoscenza sul fenomeno mafioso. Ma abbiamo bisogno di voi. Dateci una mano!