21 marzo 2021, live in memoria delle vittime delle mafie

Li avete uccisi ma non vi siete accorti che erano semi“. E’ passato un anno dall’annuncio della prima campagna social in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, che ha portato migliaia di persone in tutta Italia, in pieno lockdown, a ricordarle dal 18 al 21 marzo 2020 con l’hashtag #eranosemi.

Quest’anno speravamo di poter fare dal vivo gli eventi che erano saltati l’anno scorso, ma purtroppo non sarà possibile. Non abbiamo rinunciato tuttavia a quello che avevamo in mente, anche se abbiamo dovuto adeguarlo a questi tempi difficili.

21 marzo, lettura online dei nomi

Ecco perché domenica 21 marzo, in occasione della Giornata nazionale che li ricorda, leggeremo online tutti i nomi delle 1002 vittime innocenti delle mafie. La lettura unirà Milano con Palermo, Roma e la Calabria e vedrà la partecipazione di familiari, artisti, sportivi, giornalisti, imprenditori, sindacalisti, studenti, personaggi dello spettacolo ed esponenti della società civile da tutta Italia

L’evento sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook (link diretto: http://bit.ly/21marzo21FB) e il canale YouTube (link diretto: http://bit.ly/21marzo21YT) di WikiMafia alle 18:00. I vari lettori saranno annunciati nei prossimi giorni sul profilo Instagram di WikiMafia. La lettura sarà aperta da Nando dalla Chiesa e chiusa da Tina Montinaro.

L’evento, in collaborazione con Quarto Savona Quindici, chiude simbolicamente la Settimana della Legalità dell’Università degli Studi di Milano (che ha concesso il patrocinio) e sarà in parte finanziato dal bando “Milano è Memoria“. L’attuale pagina verrà aggiornata con ulteriori informazioni nelle prossime due settimane.

I lettori di domenica 21 marzo

I lettori (in ordine di lettura) saranno:

  1. Nando dalla Chiesa, sociologo, direttore di CROSS, presidente onorario di Libera
  2. Renato Saccone, Prefetto di Milano
  3. Giuseppe Petronzi, Questore di Milano
  4. Monica Forte, presidente Commissione Antimafia Regione Lombardia
  5. Lamberto Bertolé, Presidente del Consiglio Comunale di Milano
  6. Diana De Marchi, Presidente Commissione Pari Opportunità e Diritti Comune di Milano
  7. Gabriele Rabaiotti, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Milano
  8. Mariele Merlati, prof.ssa di storia delle relazioni internazionali Università degli Studi di Milano
  9. Vincenzo Moriello, sindacalista CGIL Lombardia
  10. Francesca Ambrosoli, figlia di Giorgio Ambrosoli
  11. Antonio Calabrò, vicepresidente di Assolombarda 
  12. Antonella Vadalà, cooperatrice internazionale, WikiMafia
  13. Mario Portanova, giornalista de Il Fatto Quotidiano 
  14. Gabriele Corsi, conduttore televisivo e radiofonico 
  15. Alessandra Dolci, Procuratore Aggiunto a capo della DDA di Milano 
  16. Roberto Tartaglia, vice-direttore del DAP
  17. Giovanni Gumina, studente universitario, WikiMafia
  18. Simona dalla Chiesa, ex-deputata e figlia del generale Carlo Alberto dalla Chiesa 
  19. Stefania Pellegrini, prof.ssa di sociologia del diritto, Università di Bologna
  20. Luca Setti Carraro, nipote di Emanuela Setti Carraro
  21. Francesca Terranova, nipote del giudice Cesare Terranova
  22. Franco La Torre, figlio di Pio La Torre
  23. Francesca Bommarito, sorella dell’appuntato dei Carabinieri Giuseppe Bommarito
  24. Beatrice Ricci, giurista, WikiMafia
  25. Attilio Bolzoni, giornalista “il Domani” 
  26. don Massimo Mapelli, sacerdote, Libera Masseria di Cisliano
  27. Claudia Fenu, Andrea Miniutti, attivisti 6000 Sardine
  28. Cesare Giuzzi, giornalista “Il Corriere della Sera”
  29. Stefano Mattacchini, nipote di Giorgio Ambrosoli
  30. Federica Cavalera, studentessa universitaria, WikiMafia
  31. Laura Incantalupo, attivista antimafia
  32. Max Mandusic, campione italiano di salto con l’asta
  33. Danila Tricarico, studentessa universitaria, WikiMafia
  34. Sebastiano Ardita, magistrato e Presidente 1° commissione CSM
  35. Chiara Perotti, studentessa universitaria
  36. i Sansoni (Fabrizio e Federico Sansone), attori
  37. Laura Setti Carraro, nipote di Emanuela Setti Carraro 
  38. Matteo Piano, pallavolista PowerVolley Milano e Nazionale Italiana 
  39. Bianca Berlinguer, giornalista e conduttrice televisiva Rai  
  40. Marco Griguolo, Avvocato, WikiMafia
  41. Eleonora Montani, prof.ssa di criminologia, Università Bocconi di Milano 
  42. Luca Vettori, pallavolista Modena Volley e Nazionale Italiana
  43. Mariangela Vitale, Tommaso Dapri, attivisti del Tempio del Futuro Perduto di Milano
  44. Silvia Protino, studentessa universitaria, WikiMafia
  45. Gioele Leone, Anita Meschia, giovani della Libera Masseria di Cisliano 
  46. Maria Grazia Mazzola, giornalista e inviata speciale TG1
  47. Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo Borsellino e fondatore del Movimento delle Agende Rosse
  48. Gaetano Saffioti, imprenditore e testimone di giustizia calabrese
  49. Tommaso Proverbio, Mila Dommarco, redattori della rivista Scomodo 
  50. Marilù Mastrogiovanni, giornalista, direttore de “Il Tacco d’Italia” 
  51. Tina Montinaro, presidente di Quarto Savona Quindici, moglie di Antonio Montinaro, capo-scorta di Giovanni Falcone

Lenzuoliamo Milano

In quanto realtà aderente alla rete di Libera, con sede a Milano, partecipiamo in maniera attiva alle iniziative programmate dal Coordinamento provinciale per la giornata del 20 marzo, nell’ambito della campagna nazionale in ricordo delle vittime innocenti.

Aderiamo quindi alla campagna “Lenzuoliamo Milano“, in cui gli oltre 1000 lenzuoli con i nomi delle vittime innocenti delle mafie che erano stati preparati per il 21 marzo 2020 a Palermo verranno distribuiti alla cittadinanza per essere appesi ai balconi. Non solo: abbiamo dato e stiamo dando il nostro contributo di idee e persone alle celebrazioni che si terranno col Comune di Milano.