Differenze tra le versioni di "Sebastiano Alongi"

Da WikiMafia.
Jump to navigation Jump to search
(bio Alongi)
m
 
Riga 1: Riga 1:
{{espandere}}
{{espandere}}


'''Sebastiano Alongi''' (N.D. – Prizzi, [[29 novembre]] [[1983]]) è stato un imprenditore italiano, vittima di [[Cosa Nostra]].
'''Sebastiano Alongi''' (N.D. – Prizzi, [[29 novembre]] [[1983]]) è stato un imprenditore italiano, vittima innocente di [[Cosa Nostra]].


== Biografia ==
== Biografia ==
Piccolo imprenditore edile di Lercara Friddi, in provincia di Palermo, Sebastiano Alongi pretendeva di partecipare a gare d’appalto limpide e trasparenti e per questo entrò in conflitto con aziende concorrenti vicine alla [[mafia]]. Quando sparì nel nulla, nel novembre 1983, aveva 40 anni. La sua auto venne ritrovata il 29 novembre bruciata a Baucina, ma del suo corpo non si seppe più nulla. Sul web non esiste neppure una sua foto.


Sebastiano scomparve a Prizzi. Sua moglie, Anna Pecoraro, si costituì parte civile nel procedimento contro ignoti, denunciando i favoritismi e gli interessi mafiosi nella concessione degli appalti che causarono l'isolamento e infine l'uccisione del marito.
La moglie, Anna Pecoraro, insegnante ed ex-consigliera comunale socialista di Prizzi, denunciò ai magistrati i favoritismi politici e gli interessi criminali che avevano portato all'isolamento e all'uccisione del marito. Tuttavia, il processo nei confronti dei capimafia di Prizzi si concluse con l'assoluzione con formula piena dei tre imputati.


[[Categoria:Imprenditori]] [[Categoria:Vittime innocenti delle mafie]] [[Categoria:Vittime di Cosa Nostra]] [[Categoria:Morti il 29 novembre]] [[Categoria:Morti nel 1983]]
 
 
[[Categoria:Imprenditori]] [[Categoria:Imprenditori Vittime di mafia]] [[Categoria:Vittime innocenti delle mafie]] [[Categoria:Vittime di Cosa Nostra]] [[Categoria:Morti il 29 novembre]] [[Categoria:Morti nel 1983]] [[Categoria:Vittime senza giustizia]]

Versione attuale delle 01:10, 29 nov 2021


Sebastiano Alongi (N.D. – Prizzi, 29 novembre 1983) è stato un imprenditore italiano, vittima innocente di Cosa Nostra.

Biografia

Piccolo imprenditore edile di Lercara Friddi, in provincia di Palermo, Sebastiano Alongi pretendeva di partecipare a gare d’appalto limpide e trasparenti e per questo entrò in conflitto con aziende concorrenti vicine alla mafia. Quando sparì nel nulla, nel novembre 1983, aveva 40 anni. La sua auto venne ritrovata il 29 novembre bruciata a Baucina, ma del suo corpo non si seppe più nulla. Sul web non esiste neppure una sua foto.

La moglie, Anna Pecoraro, insegnante ed ex-consigliera comunale socialista di Prizzi, denunciò ai magistrati i favoritismi politici e gli interessi criminali che avevano portato all'isolamento e all'uccisione del marito. Tuttavia, il processo nei confronti dei capimafia di Prizzi si concluse con l'assoluzione con formula piena dei tre imputati.