Alessandro Manno

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.

Alessandro Manno (Caulonia, 24 maggio 1964) fu affiliato della Locale di Milano e capo della Locale di Pioltello dal giorno della sua costituzione ufficiale, il 1° marzo 2008.

Biografia

Originario di Caulonia, in provincia di Reggio Calabria, vive nella zona di Pioltello dagli anni 80. Fu coinvolto in più di un procedimento penale in merito a reati legati al traffico di stupefacenti e a suo carico deteneva una serie di condanne per i reati di ricettazione, falso e corruzione. Grazie all'Operazione Infinito si è scoperto il suo ruolo all'interno della 'ndrangheta. Durante un summit tenuto il 3 maggio 2008 a Cardano al Campo, i capi Locale de La Lombardia gli conferirono la dote di “Crociata”.[1]

Bibliografia

  • Andrea Ghinetti, Ordinanza di applicazione coercitiva con mandato di cattura - Procedimento Penale n. 43733/06 R.G.N.R., Tribunale di Milano - Ufficio GIP, 5 luglio 2010 539-548.

Note

  1. Andrea Ghinetti, Ordinanza di applicazione coercitiva con mandato di cattura - Procedimento Penale n. 43733/06 R.G.N.R., Tribunale di Milano - Ufficio GIP, 5 luglio 2010, p.540