Antonino Burrafato

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Antonino Burrafato (Nicosia, 13 giugno 1933 – Termini Imerese, 29 giugno 1982) è stato un poliziotto italiano, vice-brigadiere in servizio presso la casa circondariale di dei Cavallacci di Termini Imerese, ucciso da Cosa Nostra.

Biografia

Impiegato presso l'ufficio matricola del penitenziario, fu incaricato di consegnare al boss Leoluca Bagarella una notifica di custodia cautelare in carcere, mentre questi stava tornando a Palermo per la morte del padre.

La notifica consegnata da Burrafato impedì al boss di partecipare al funerale del padre. Dopo un acceso alterco il boss giurò di vendicarsi, cosa che poi avvenne qualche tempo dopo.

L’omicidio

Il 29 giugno 1982 il brigadiere si stava recando a lavoro passando per Piazza Sant'Antonio. Alle ore 15:30, a poche decine di metri dal carcere, fu raggiunto da un commando di quattro uomini che lo uccise servendosi solo di armi corte. Antonino Burrafato morì poco dopo all'ospedale di Termini Imerese.

Fino al 1996 le indagini non portarono a niente, fino a quando il pentito Salvatore Cucuzza confessò di aver partecipato all'omicidio, per ordine di Leoluca Bagarella.