Ultima modifica il 6 apr 2020 alle 14:19

Antonio Ciardullo


Antonio Ciardullo(N.D., 1957 – San Marcellino, 12 settembre 2008) è stato un imprenditore nel settore dei trasporti, vittima innocente della Camorra.

Biografia

Antonio Ciardullo venne ammazzato il 12 settembre 2008, mentre, assieme al suo dipendente Ernesto Fabozzi, riparava un furgone-frigo nel deposito di automezzi situato vicino al cimitero di San Marcellino.

I sicari si avvicinarono e esplosero 20 colpi di pistola calibro 9x21, uccidendo entrambi sul colpo.

Il movente dell'omicidio Ciardullo apparve chiaro agli inquirenti: doveva necessariamente trattarsi di una vendetta, considerato che, grazie alla denuncia di Antonio, era stato possibile condannare con l'accusa di estorsione a 10 anni di carcere un membro del clan di Giuseppe Guerra.

Il duplice omicidio venne ricondotto al tentativo di Giuseppe Setola di imporre un clima di terrore in tutti i territori sottoposti al controllo di Francesco Bidognetti.

Bibliografia

  • Fondazione Pol.i.s,

Brevi storie di vittime innocenti della criminalità: Antonio Ciardullo e Ernesto Fabozzi, Fondazione Pol.i.s., 27 luglio 2011.