Augusto Rancilio

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Augusto Rancilio (N.D., 1952 - N.D., 2 ottobre 1978) è stato un architetto, vittima innocente di 'ndrangheta.

Biografia

Secondogenito di Gervaso Rancilio, noto e ricco imprenditore italo-francese. Augusto, architetto di 26 anni, lavorava in diversi cantieri sia in Francia che in Italia, a Milano. Il 2 ottobre 1978 venne aggredito e sequestrato mentre stava entrando in un cantiere edile a Cesano Boscone, nell’hinterland milanese.

Il padre, ancor prima di ricevere alcuna richiesta di riscatto, rese noto di non poter pagare, perché si trovava in una situazione di debito con le banche che amministravano i suoi averi. Il sequestro durò pochi giorni, perché Augusto venne ucciso mentre tentava di sfuggire ai suoi carcerieri. Nonostante i ripetuti appelli del padre il suo corpo non è mai stato ritrovato.