Baldassare Maragioglio

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Baldassare Maragioglio (Salemi, 24 agosto 1915 - Palermo, 24 novembre 1948) è stato un agente di polizia italiano, vittima di un agguato della banda di Salvatore Giuliano.

Biografia

In forza al raggruppamento di polizia di Palermo, all'alba del 24 novembre, nell'ambito dei servizi predisposti per la cattura dei componenti della banda di Salvatore Giuliano, partecipò ad un rastrellamento in località “Giardinello”, nei pressi di Montelepre, in provincia di Palermo, paese natale del bandito e principale teatro delle sue imprese.

A un tratto, la squadriglia fu attaccata da alcuni banditi che, appostati fra le rocce, esplosero contro agenti e carabinieri numerosi colpi di armi da fuoco, ingaggiando un violentissimo conflitto a fuoco che si protrasse per oltre un’ora. I rinforzi, immediatamente allertati via radio, giunsero sul posto quando già i banditi si erano dileguati, lasciando però sul terreno il cadavere di uno di loro: Giuseppe Passatempo, 27 anni, pericolosissimo luogotenente di Giuliano soprannominato il “boia”, colpito da ben 23 mandati di cattura per numerosi fatti di sangue, fra cui la strage di Portella della Ginestra.

Tuttavia, anche Maragioglio rimase gravemente ferito nel conflitto a fuoco e, ricoverato presso l’ospedale militare di Palermo, morì alle 19:45 senza aver ripreso conoscenza.

Bibliografia

  • Archivio Storico de l’Unità