Bruno Vinci

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.
Versione del 19 mar 2020 alle 15:57 di Antonia.vadala (Discussione | contributi) (Creata pagina con "{{espandere}} '''Bruno Vinci''' (Serra San Bruno, 10 ottobre 1943 – Serra San Bruno, 14 aprile 1980) è stato un falegname italiano, vittima innocente di [...")

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)


Bruno Vinci (Serra San Bruno, 10 ottobre 1943 – Serra San Bruno, 14 aprile 1980) è stato un falegname italiano, vittima innocente di 'ndrangheta.

Biografia

Bruno è uno degli undici figli di Michele e Barbara. Trasferitosi in Canada, in cerca di lavoro e fortuna, trova anche l'amore. La nostalgia della sua Calabria è così forte che nel 1978 torna a vivere a Serra San Bruno insieme a tutta la sua famiglia. Il pomeriggio del 14 aprile 1980 Bruno si reca alla gioielleria dei fratelli Francesco e Domenico per cambiare un paio di orecchini. È nel negozio mentre due uomini a volto scoperto fanno irruzione esplodendo dieci colpi di pistola calibro 7,65. Domenico, pur ferito al volto, sopravvive. Per Bruno non c'è più nulla da fare. Bruno muore per vendetta, per un regolamento di conti con il fratello Francesco che nel 1975 aveva reagito ad un tentativo di rapina uccidendo Rocco Ursini, 'ndranghetista di Gioiosa Ionica.

Bibliografia