Carmelo Battaglia

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Carmelo Battaglia (N.D.– Tusa, 24 marzo 1966) è stato un sindacalista e politico italiano ucciso da Cosa Nostra.

Biografia

Battaglia difese più volte e con fermezza i diritti dei contadini da sindacalista e socialista fino a divenire uno dei soci fondatori della cooperativa di Tusa (ME) per la concessione delle terre incolte nata nel 1945. Nel 1965 i contadini e coltivatori soci di questa cooperativa, insieme a quelli della cooperativa di Castel di Lucio (ME) riuscirono ad acquistare il feudo Foieri, di 270 ettari. Subito dopo l’immissione nel possesso del fondo, sorsero dei contrasti con l’ex vice sindaco DC di Sant’Agata di Militello (ME) e con Biagio Amata, che avevano avuto la gestione del fondo fino ad allora fino ad arrivare a pretendere la cessione di una parte del feudo dai nuovi proprietari.

Con riguardo all’omicidio di Carmelo Battaglia non si individuarono gli esecutori nè i mandanti ed è quindi un delitto rimasto tutt’oggi impunito. Si può dire in ogni caso che il delitto maturò in un clima di intimidazioni anti-contadine effettuate da parte della mafia che aveva, nella zona di Tusa, forti e consistenti interessi.

Bibliografia

  • gruppolaico.it, Carmelo Battaglia, l'uomo che non si era arreso, 23 marzo 2017