Domenico Buscetta

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Domenico Buscetta (Buenos Aires, 1950 - Palermo, 6 marzo 1995) è stato un gioielliere, vittima innocente di Cosa Nostra.

Biografia

Soprannominato “Domingo” per via del fatto di essere nato a Buenos Aires, Domenico era nipote di Tommaso Buscetta, figlio del fratello Vincenzo. La mattina del suo omicidio si trovava in compagnia di un amico in un bar di Palermo, quando a loro si aggiunse una terza persona, che Domenico non conosceva, al quale decise di offrire un caffè perché il suo amico lo conosceva.

La terza persona era in realtà Leoluca Bagarella, che quando venne a sapere dall’amico comune che Domenico era nipote di Buscetta, ordinò che venisse ucciso la sera stessa per pulire la sua mano che si era “macchiata”, stringendo quella di un parente di un “infame”.

L’omicidio

Così, poco dopo le 19:00 del 6 marzo 1995, alcuni killer uccisero Domenico colpendolo con alcuni colpi di calibro 38.

Bibliografia