Ultima modifica il 14 mar 2020 alle 03:01

Domenico Carabetta


Domenico "Mimmo" Carabetta (N.D., 1966 - Siderno, 11 settembre 1988) è stato un giovane chef, vittima innocente di 'ndrangheta.

Biografia

Mimmo si era diplomato all'istituto Alberghiero di Locri e lavorava al lido-ristorante "Il Pentagono", a Sant'Ilario. Finito il turno, verso mezzanotte, salì sulla sua 112 lx verde bottiglia, acquistata poco tempo prima dal padre, quando fu raggiunto da una scarica di colpi.

Indagini e processo

Secondo le dichiarazioni del pentito Antonino Gullì, i killer scambiarono la sua auto per quella di Bruno e Ilario Tallariti: i due dovevano morire per aver ucciso Antonio Catanzariti, titolare dell'Euro Hotel, l'11 luglio di quell'anno.

Il 21 marzo 2014, dopo 26 anni, la Cassazione confermò le condanne di Antonino Venanzio Tripodo e Vincenzo Monteleone in qualità rispettivamente di esecutore e basista del gruppo che l'11 settembre 1988 sparò uccidendo il giovane 22enne originario di Siderno.