Epifanio Li Puma

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.

Epifanio Li Puma (Petralia Soprana, 6 gennaio 1893 - Petralia Soprana, 2 marzo 1948) è stato un sindacalista e politico ucciso dalla mafia.

Bibliografia

Originario di Raffo, piccola frazione di Petralia Soprana, fin dall’immediato primo dopoguerra si occupò della gestione e difesa dei campi in favore dei contadini. Di ispirazione socialista, credeva nello Stato e rivendicava i diritti del popolo nei confronti dei proprietari terrieri. Nel 1946 fondò la Lega dei lavoratori della terra, dando una voce sempre più consistente alle esigenze contadine attraverso i sindacati. Questi a loro volta venivano informati dai dirigenti delle Camere del Lavoro locali sulle nuove disposizioni di legge, sempre ignorate da proprietari terrieri, così da poter offrire un mezzo per opporsi. Nel 1947, sfruttando il regio decreto “Gullo” che prevedeva l’assegnazione alle cooperative agricole delle terre mal gestite, Li Puma riuscì a sottrarre innumerevoli territori ai latifondisti. Questa situazione comportò un lungo periodo di minacce e intimidazioni verso Epifanio, culminate il 2 marzo 1948 con l’uccisione da parte di due uomini a cavallo appartenenti alla mafia agraria, in accordo coi latifondisti locali.