Filippo Forno

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Filippo Forno (Palermo, 1900 – Comitini, 29 novembre 1946) era un bracciante e sindacalista italiano, ucciso da Cosa Nostra.

Biografia

Forno, nato a Palermo ma residente a Comitini, da tempo ostacolava gli interessi dei gabelloti mafiosi agrigentini per il suo impegno sindacale a difesa dei diritti dei contadini insieme al collaboratore Giuseppe Pullara. La sera del 29 novembre 1946, i due si incontrarono sulla strada di rientro a casa dopo aver parlato con alcuni contadini della zona in merito all’attuazione di alcune direttive che prevedevano la riassegnazione dei feudi e dei prodotti agricoli.

In contrada Serra Palermo, al confine tra Aragona e Comitini, Forno e Pullara vennero trovati morti ammazzati. In una relazione della Pretura di Aragona si legge: “colpiti entrambi da arma da fuoco”. Le brevissime indagini non portarono a scoprire i colpevoli del duplice omicidio.

Bibliografia

  • Umberto Santino, Storia del movimento antimafia. Dalla lotta di classe all'impegno civile, Roma, Editori Riuniti University Press, 2009