Fortunato Correale

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.
Versione del 1 apr 2020 alle 17:52 di Leadermassimo (Discussione | contributi) (Creata pagina con " {{espandere}} '''Fortunato Correale''' (Locri, 1951 - Locri, 22 novembre 1995) è stato un meccanico calabrese, ucciso dalla 'ndrangheta. == Biografia == Me...")

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)


Fortunato Correale (Locri, 1951 - Locri, 22 novembre 1995) è stato un meccanico calabrese, ucciso dalla 'ndrangheta.

Biografia

Meccanico di Locri e padre di tre figli, aveva visto dalla finestra di casa sua quattro ragazzi incendiare l'auto di un carabiniere. Convocato in caserma, disse ciò che sapeva. La vendetta delle 'ndrine non si fece attendere: il 22 novembre 1995 venne ucciso nella sua officina con sette colpi di pistola.

Indagini e processi

Un anno dopo vennero emessi dei mandati di cattura nei confronti di Salvatore Dieni, nipote del boss di Locri, e del complice Domenico Caminiti. Le indagini di laboratorio avevano infatti rinvenuto sul maglione di Dieni tracce di polvere da sparo. Tuttavia, le accuse caddero in sede processuale. Ad oggi quello di Correale resta un'omicidio senza giustizia.

Note


Bibliografia

  • Luciana De Luca, Il dolore rimane nei nostri occhi, Quotidiano del Sud, 7 settembre 2016
  • Pantaleone Sergi, Denunciò i killer, ucciso dal boss, La Repubblica, 4 Febbraio 1996