Francesco Sassano

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Francesco Sassano (N.D. – Monreale, 25 marzo 1946) è stato un carabiniere italiano, vittima innocente della banda di Salvatore Giuliano.

Biografia

In seguito alla Strage di Feudo Nobile, dove morirono otto carabinieri della provincia di Caltanissetta per mano dei banditi di Salvatore Rizzo, anche nel palermitano i colleghi delle Forze dell’Ordine tentarono di inasprire le misure contro i criminali della zona.

Mentre Francesco Sassano trascorreva un periodo di licenza a Pioppo, frazione del comune di Monreale, la sera del 25 marzo 1946 tre banditi armati di mitra si introdussero nella sua abitazione e lo costrinsero a seguirli. il sequestro avvenne sotto gli occhi delle sorelle Anna e Francesca che, terrorizzate, non potettero opporre resistenza. Il carabiniere venne trucidato poche centinaia di metri lontano dalla casa per aver osato dire in paese di sentirsi capace di catturare il capo bandito Giuliano.

Il potere di assoggettamento che i banditi esercitavano sulla popolazione era tale che nessuno si fermò a soccorrere il corpo a terra di Francesco Sassano.

Bibliografia

  • Archivio Storico de l’Unità
  • Sito Web dell’Arma dei Carabinieri