Gianluca Cimminiello

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Gianluca Cimminiello (N.D., 1979 - Casavatore, 2 febbraio 2010) è stato un tatuatore napoletano, vittima innocente di Camorra.

Biografia

Gianluca un giorno pubblicò su Facebook una foto ritoccata che lo ritraeva insieme al calciatore Ezequiel Lavezzi. Secondo quanto accertato dai pm Stefania Castaldi e Gloria Sanseverino della Dda, questo indispettì Vincenzo Donniacuo, tatuatore di Melito, che chiese al clan di riferimento di punire lo sgarro. Nell'ultimo messaggio inviato da Donniacuo a Gianluca, questi gli scrisse che quel giocatore lo doveva tatuare lui e nessun altro. Poi chiuse con un «sabato passo nel tuo negozio». Quel sabato invece si presentarono tre persone per una spedizione punitiva, ma il pestaggio andò a vuoto: Gianluca si difese e mise in fuga i suoi assalitori.

Tre giorni dopo, secondo l'accusa, Vincenzo Russo si presentò davanti al negozio di Gianluca chiamandolo per nome. Gianluca, arrivato sulla soglia del locale, venne colpito al torace e cadde all'indietro. Il killer sparò ancora due volte, per essere sicuro di aver ucciso.

Bibliografia