Giuseppe Cilia

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.
Versione del 1 apr 2020 alle 17:39 di Leadermassimo (Discussione | contributi) (Creata pagina con "{{espandere}} '''Giuseppe Cilia''' (N.D. - Comiso, 9 febbraio 1995) è stato un operaio, vittima innocente di Cosa Nostra. == Biografia == Giuseppe era un operai...")

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)


Giuseppe Cilia (N.D. - Comiso, 9 febbraio 1995) è stato un operaio, vittima innocente di Cosa Nostra.

Biografia

Giuseppe era un operaio, dipendente del mobilificio di Giulio Ricca. Fu la prima persona che i due killer si trovarono davanti quando fecero irruzione nel mobilificio: l'obiettivo dell'agguato, il suo datore di lavoro, rimase ferito insieme alla figlia Rita e ad altri due lavoratori, Raffaele Tonchino e Giuseppa Randazzo.

Indagini e processi

L'operazione "Sipario" del marzo 2002 accertò che ad eseguire l'omicidio furono Giuseppe Inghilterra e Sebastiano Amodei, mentre Maurizio Companotta fu individuato come il mandante. A guidare l'auto dei due killer fu Gianfranco Stracquadaini.

Bibliografia

  • Antonio Ingallina, Altra spallata ai clan di Vittoria: 43 arresti, Gazzetta del Sud, 19 marzo 2002