Gli inesorabili (film)

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.
Locandina del film "Gli inesorabili"
Camillo Mastrocinque

GLI INESORABILI

Anno: 1950

Genere: Drammatico

Durata: 97 min.

Regia: Camillo Mastrocinque

Sceneggiatura: N. Colombo, Gian Paolo Callegari, Fulvio Palmieri, Vittorio Nino Novarese, Jacques Rémy

Attori: Rossano Brazzi, Charles Vanel, Claudine Dupuis, Enzo Palombi, Giovanni Grasso, Ignazio Balsamo, Eduardo Ciannelli, Carla Calò, Natale Cirino, Milly Vitale, Giovanni Onorato, Turi Pandolfini, Andrea Petricca, Vittoria Giuditta Rita', Mara Domestici, Fedele Gentile, Giorgio Kuru, Bianca Manenti

Fotografia: Gábor Pogány

Musiche: Enzo Masetti

Produttore: Fono Roma

Distribuzione: Fono Roma (regionale)

Paese: Italia

Trama

Il fattore d'un barone latifondista siciliano cerca, con subdole manovre, d'impossessarsi delle terre del padrone e per ottenere l'intento lascia il terreno per buona parte incolto. Uno dei contadini, Diego Costa, si distingue invece per la diligenza con cui coltiva il lotto affidatogli, tanto che il capo della locale mafia persuade il barone a vendere quel podere al bravo mezzadro. Il fattore per vendicarsi fa uccidere Diego e sua moglie. Il podere viene affidato ad un amico di Costa, mentre Saro, il figliolo, ancora bambino, viene mandato in America dai parenti. Passano gli anni: Saro, fatto uomo e in ottima posizione, torna in Italia. Nei frattempo il fattore è riuscito a ridurre il barone alla miseria. Saro, riconoscente all'antico padrone, si schiera dalla sua parte contro il fattore ed un losco figuro, che vorrebbe sposare Stellina, la figlia del padrone.Quando la ragazza, innamoratasi di Saro, respinge il pretendente, questi minaccia d'uccidere il rivale. Stellina, impaurita, s'arrende; ma Saro interviene e picchia il farabutto. A notte scoppia la battaglia. Chi potrà mettere fine a questo inutile bagno di sangue?