In nome della legge (film)

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.
Versione del 30 ago 2014 alle 11:27 di Leadermassimo (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Locandina del film "In nome della legge"
Pietro Germi

IN NOME DELLA LEGGE

Anno: 1949

Genere: Drammatico

Durata: 99 min.

Regia: Pietro Germi

Sceneggiatura: Mario Monicelli, Federico Fellini, Tullio Pinelli, Giuseppe Mangione, Pietro Germi, Aldo Bizzarri

Attori: Massimo Girotti, Jone Salinas, Charles Vanel, Camillo Mastrocinque, Saro Urzì, Pietro Sabella, Peppino Spadaro, Aldo Sguazzini, Guido Medici, Nadia Niver, Carmelo Oliviero, Francesco Navarra, Turi Pandolfini, Bernardo Indelicato, Alfio Macrì, Luigi Abbene, Saro Arcidiacono, Ignazio Balsamo, Natale Cirino, Nanda De Santis

Fotografia: Leonida Barboni

Montaggio: Rolando Benedetti

Musiche: Carlo Rustichelli

Produttore: Luigi Rovere per la Lux Film

Distribuzione: Lux Film - Fonit Centra Video, Nuova Eri, Vivivideo, Panarecord

Paese: Italia

Trama

Un giovane magistrato è inviato come pretore in un paese nel centro della Sicilia. Vi giunge animato dai migliori propositi: farà il suo dovere ad ogni costo combattendo la mafia imperante. In paese è accolto con diffidenza, con ostilità: l'unico a dimostrargli simpatia è un giovanotto di nome Paolino. L'indomani del suo arrivo, il pretore deve occuparsi di un omicidio; ma l'inchiesta è difficile, perchè tutti sono legati dall'omertà e nessuno vuol parlare. Una parte della popolazione è disoccupata, in seguito alla chiusura di una zolfara. Il pretore cerca di risolvere il problema, inducendo il barone Lo Verso, che amministra la zolfara, a riaprirla, uniformandosi così alla legge...

Premi

  • Nastro d’argento speciale 1949
    • a Massimo Girotti come migliore attore protagonista;
    • a Saro Urzì come attore non protagonista.