Locale di Lumezzane: differenze tra le versioni

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.
Riga 1: Riga 1:
 
{{espandere}}  
 
{{espandere}}  
 
{{irreperibile}}
 
{{irreperibile}}
La '''Locale di Lumezzane''' è una Locale di [['ndrangheta]] costituita da soggetti in prevalenza originari di '''Galatro''' (RC) e '''Giffone''' (RC), facente capo a [[Gianni Maduli]] e che avrebbe avuto il controllo anche delle zone di Renate e Cremella.  
+
La '''Locale di Lumezzane''' è una Locale di [['Ndrangheta|'ndrangheta]] costituita da soggetti in prevalenza originari di '''Galatro''' (RC) e '''Giffone''' (RC), facente capo a [[Gianni Maduli]] e che avrebbe avuto il controllo anche delle zone di Renate e Cremella.  
  
 
Secondo la Corte d’Appello, uno dei punti di ritrovo di essa sarebbe stato il bar “American” di Lumezzane e la frequentazione del bar sarebbe stata fondamentale per la vita associativa del gruppo criminale, dove gli affiliati avrebbero preso le decisioni relative ad esso. La mancanza a questi incontri avrebbe, secondo Leonardo Gammuto, implicato una punizione, come nel caso di Nunzio Lania che sarebbe stato addirittura ucciso.
 
Secondo la Corte d’Appello, uno dei punti di ritrovo di essa sarebbe stato il bar “American” di Lumezzane e la frequentazione del bar sarebbe stata fondamentale per la vita associativa del gruppo criminale, dove gli affiliati avrebbero preso le decisioni relative ad esso. La mancanza a questi incontri avrebbe, secondo Leonardo Gammuto, implicato una punizione, come nel caso di Nunzio Lania che sarebbe stato addirittura ucciso.
  
 
[[Categoria:Locali in Lombardia]]
 
[[Categoria:Locali in Lombardia]]

Versione delle 11:24, 11 apr 2016

Per questa voce non è stato possibile recuperare tutte le fonti giudiziarie e quindi le informazioni potrebbero risultare incomplete o non aggiornate. Se sei in grado di aiutarci, puoi inviare una mail a redazione@wikimafia.it

La Locale di Lumezzane è una Locale di 'ndrangheta costituita da soggetti in prevalenza originari di Galatro (RC) e Giffone (RC), facente capo a Gianni Maduli e che avrebbe avuto il controllo anche delle zone di Renate e Cremella.

Secondo la Corte d’Appello, uno dei punti di ritrovo di essa sarebbe stato il bar “American” di Lumezzane e la frequentazione del bar sarebbe stata fondamentale per la vita associativa del gruppo criminale, dove gli affiliati avrebbero preso le decisioni relative ad esso. La mancanza a questi incontri avrebbe, secondo Leonardo Gammuto, implicato una punizione, come nel caso di Nunzio Lania che sarebbe stato addirittura ucciso.