Operazione Bad Boys

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


L'Operazione Bad Boys è un'inchiesta delle Procure di Varese e Busto Arsizio sulla costituzione e l'operatività della Locale di Legnano-Lonate Pozzolo a partire dall'anno 2000, le cui indagini vennero condotte tra il gennaio 2006 e l'agosto 2008 dalla Compagnia dei Carabinieri di Varese, proseguendo l'attività investigativa precedentemente condotta dal Tribunale della Repubblica di Busto Arsizio e dalla locale Compagnia dei Carabinieri.

L'operazione, scattata il 23 aprile 2009, portò all'iscrizione nel registro degli indagati di 54 persone e all'arresto di 39 per vari reati, tra cui associazione mafiosa, usura, estorsione, tentato omicidio, traffico di armi ed esplosivi e riciclaggio. Gli arresti vennero eseguiti tra la provincia di Varese, di Milano e le città di Cirò Marina, Saint Vincent e Novara.

Antefatti

Processo

Procedimento iniziato il 9 giugno 2010

Sentenza di primo grado

La sentenza di primo grado di Bad Boys venne pronunciata lunedì 4 luglio 2011 nelle aule del tribunale di Busto Arsizio (VA)[1].


Ulteriori gradi di giudizio

Bibliografia

  • Franco Cantù Rainoldi, Ordinanza di custodia cautelare in carcere - Procedimento Penale n. 12866/06 R.G.N.R., Tribunale di Milano - Ufficio GIP, 20 aprile 2009

Note

  1. Ester Castano, Bad Boys: 12 condanne e 3 assoluzioni per i ‘Cattivi ragazzi’, Stampo Antimafioso, 5 luglio 2011