Operazione Insubria

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.
Versione del 17 mag 2016 alle 17:52 di Lucky90 (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Per questa voce non è stato possibile recuperare tutte le fonti giudiziarie e quindi le informazioni potrebbero risultare incomplete o non aggiornate. Se sei in grado di aiutarci, puoi inviare una mail a redazione@wikimafia.it

"La musica può cambiare ma per il resto ... siamo sempre noi ... non è che ... [...] non è che cambia... noi non possiamo mai cambiare" (Michelangelo Chindamo, 04 luglio 2013)[1].

L’Operazione “Insubria” è un'inchiesta dai Carabinieri del ROS sulle presunte attività della 'ndrangheta in Lombardia. L’operazione, scattata nel novembre 2014 e condotta dai Pubblici Ministeri Ilda Boccassini, Paolo Storari e Francesca Celle, portò all'arresto di 37 per vari reati, tra cui associazione mafiosa, detenzione e porto illegale di armi, estorsione, minacce. Gli arresti, ed i fatti oggetto dell’inchiesta, furono eseguiti nelle province di Milano, Como, Lecco, Verona, Monza e Brianza, Bergamo e Caltanissetta[2].

Bibliografia

Note

  1. Simone Luerti, Ordinanza di applicazione di misure cautelari -Procedimento Penale n. N. 45730/12 R.G.N.R., Tribunale di Milano - Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari, 14 novembre 2014, pag. 21
  2. Colaprico P., 'Ndrangheta, 40 in manette: per la prima volta la Dda di Milano filma i rituali di affiliazione, in "La Repubblica", 18/11/2014