Paolo Giorgetti

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Paolo Giorgetti (Meda, 1962 - Meda, 9 novembre 1978) è stato uno studente, sequestrato e ucciso dalla 'ndrangheta.

Biografia

Figlio di Luigi, uno dei più noti industriali mobilieri della Brianza, viveva a Meda, dove frequentava il liceo scientifico. La mattina del 9 novembre Paolo venne rapito lungo la strada che percorreva a piedi tutti i giorni. A dare l'allarme furono alcuni passeggeri di un convoglio delle Ferrovie Nord assistettero al rapimento del ragazzo, caricato su una Fiat 128 verde.

Il corpo del ragazzo venne ritrovato bruciato e carbonizzato nel bagagliaio di un'auto a Cesate, all'estrema periferia nord di Milano. Ad ucciderlo fu il cloroformio, motivo per cui i rapitori bruciarono il corpo.

Per il suo omicidio venne condannato come mandante Vincenzo Loielo, boss della 'ndrangheta di Gerocame, paese in provincia di Vibo Valentia.

Bibliografia

  • la Stampa, "Sedicenne figlio di un mobiliere sequestrato stamane in Brianza", 9 novembre 1978
  • Susanna Marzolla, "Assassinato e bruciato dentro un'auto il liceale sedicenne sequestrato a Meda", la Stampa, 9 novembre 1978
  • Marzio Fabbri, "Vive in Calabria "il cervello" della banda che rapì e assassinò lo studente di Meda", la Stampa, 16 novembre 1978
  • Quibrianza.it, "Meda,: libero il boss Loielo, era in carcere per il sequestro Giorgetti", 16 luglio 2014