Ragazzi fuori (film)

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.
Locandina del film "Ragazzi fuori"
Marco Risi

RAGAZZI FUORI

Anno: 1990

Genere: Drammatico

Durata: 110min.

Regia’: Marco Risi

Sceneggiatura: Aurelio Grimaldi, Marco Risi

Attori: Vincenza Attardo, Francesco Benigno, Carlo Berretta, Alessandro Calamia, Alessandro Di Sanzo, Filippo Genzardi, Giuseppe Lucania, Roberto Mariano, Giuseppe Pirico', Maurizio Prollo, Salvatore Termini, Alfredo Li Bassi

Fotografia: Mauro Marchetti

Montaggio: Franco Fraticelli

Musiche: Giancarlo Bigazzi

Produttore esecutivo: Massimo Ferrero

Distribuzione: FILMAURO - CREAZIONI HOME VIEDO

Paese: Italia

Trama

A Palermo, dopo alcuni anni, dal carcere minorile escono alcuni giovanissimi piccoli criminali: Antonio, padre di due bambini, venditore abusivo e spacciatore di droga per caso, costretto un giorno a vedersi requisire la merce e il furgoncino; Natale, condannato per aver vendicato il padre, cerca lavoro ma, nonostante l'interessamento del fratello Salvatore, non lo trova per il suo passato; Mery, il travestito, in attesa di processo, si prostituisce e vive con un altro come lui e non ne vuole sapere di smettere la sua squallida vita anche se sua madre cerca di farlo ravvedere e un'assistente sociale vorrebbe aiutarlo. Inoltre c'è Claudio che, trovata all'uscita dal carcere a Napoli la fidanzata Vita, con lei torna a Palermo ed è costretto a sposarsi poiché la ragazza è incinta. Tutto andrebbe bene a Claudio col suo lavoro di meccanico se a cercarlo non venisse Carmelo, ex compagno di prigione, per picchiarlo a sangue per uno sgarbo subito nel penitenziario. Tra costoro, che vivono di espedienti, di piccoli affarucci poco puliti, di furtarelli, c'è anche il giovane Chin Cong il quale, sorpreso da una pattuglia a rubare un'autoradio, viene inseguito per lungo tempo da un poliziotto che, alla fine, esasperato lo blocca e gli spara un colpo alla nuca di fronte alla gente esterrefatta di un mercatino.