Salvatore Bennici

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Salvatore Bennici (Licata, 1934 - Licata, 25 giugno 1994) è stato un imprenditore, vittima innocente di Cosa Nostra.

Biografia

Imprenditore edile di Licata, in provincia di Agrigento, si era aggiudicato onestamente l’appalto per dei lavori sulla rete fognaria di Palma di Montechiaro, rifiutandosi sempre di pagare il pizzo e scendere a patti con le cosche. Aveva già subito e denunciato due atti intimidatori: l’incendio di un escavatore in un suo cantiere e, qualche giorno dopo, della porta di casa sua.

La mattina del 25 giugno 1994, Salvatore Bennici arrivò, col figlio Vincenzo, nel suo cantiere a Licata, ma ad attenderli c’erano anche due sicari che esplosero 4 colpi di pistola verso l’imprenditore, che morì non appena giunto in ospedale.

Bibliografia

  • Licata in rete,

Salvatore Bennici: L’uomo che si è ribellato alla mafia