Salvatore Carnevale

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Salvatore Carnevale (Calati Mamertino (ME), 23 settembre 1923 - (Sciara (PA), 16 maggio 1955) è stato un sindacalista italiano ucciso perché si batteva per i diritti dei braccianti agricoli.

Biografia

Il 16 maggio 1955, Salvatore Carnevale, bracciante e sindacalista, venne assassinato mentre si recava a lavorare in una cava di pietra gestita dall'impresa Lambertini. I killer lo uccisero all'alba, mentre percorreva la mulattiera di contrade Cozze secche. Carnevale aveva dato molto fastidio ai proprietari terrieri per difendere i diritti dei braccianti agricoli: aveva rivendicato per i contadini la ripartizioni dei prodotti agricoli ed era riuscito, venendo per questo arrestato e incarcerato, ad organizzarli nell'occupazione simbolica delle terre di contrada Giardinaccio.