Ultima modifica il 19 mar 2020 alle 18:27

Salvatore Castelbuono


Salvatore Castelbuono (N.D. - Villafrati, 26 settembre 1978) è stato un vigile urbano, vittima innocente di Cosa Nostra.

Biografia

Salvatore era un vigile urbano che collaborava con i Carabinieri del Comando provinciale di Palermo, assieme a quelli di Monreale e Misilmeri, per la cattura, dopo l’uccisione del Colonello Russo, del boss corleonese Leoluca Bagarella, sempre più presente nella zona di Bolognetta. Conoscendo bene il territorio e le persone del luogo, Castelbuono iniziò a fornire al nucleo investigativo notizie che gli organi inquirenti da soli non sarebbero riusciti ad acquisire, tanto che il 19 settembre, una settimana prima di essere ucciso, accompagnò un’autocivetta nel posto in cui riteneva si trovasse Bagarella.

Dopo quel fatto iniziarono le telefonate anonime intimidatorie, preludio dell'omicidio: cinque colpi di pistola, mentre si trovava a bordo della sua autovettura nel territorio di Villafrati, quasi al confine con Bolognetta.

Bibliografia