Salvatore Giuliano: differenze tra le versioni

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.
m
 
Riga 1: Riga 1:
[[Categoria:Mafiosi]]
+
 
 
[[File:Salvatore_giuliano.jpg|220px|thumb|right|Salvatore Giuliano]]
 
[[File:Salvatore_giuliano.jpg|220px|thumb|right|Salvatore Giuliano]]
 
Salvatore Giuliano (Montelepre, 16 novembre 1922 – Castelvetrano, 5 luglio 1950) fu un criminale e indipendentista siciliano. A partire dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, a capo di un gruppo di separatisti, fu autore di una serie di efferati crimini in tutta la Sicilia, tra cui la [[Strage di Portella della Ginestra]]
 
Salvatore Giuliano (Montelepre, 16 novembre 1922 – Castelvetrano, 5 luglio 1950) fu un criminale e indipendentista siciliano. A partire dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, a capo di un gruppo di separatisti, fu autore di una serie di efferati crimini in tutta la Sicilia, tra cui la [[Strage di Portella della Ginestra]]
Riga 7: Riga 7:
 
=== Banditismo ===
 
=== Banditismo ===
 
Il 2 settembre 1943, durante un controllo di routine, furono sequestrati dai carabinieri due sacchi di frumenti di 80 kg insieme al cavallo che li trasportava; Salvatore Giuliano estraendo una pistola uccise il carabiniere Antonio Mancino. Si rifugiò nelle campagne di Montelepre iniziando la sua vicenda nel banditismo.
 
Il 2 settembre 1943, durante un controllo di routine, furono sequestrati dai carabinieri due sacchi di frumenti di 80 kg insieme al cavallo che li trasportava; Salvatore Giuliano estraendo una pistola uccise il carabiniere Antonio Mancino. Si rifugiò nelle campagne di Montelepre iniziando la sua vicenda nel banditismo.
 +
  
 
=== Morte ===
 
=== Morte ===
 +
 +
 
== Il mistero della morte ==
 
== Il mistero della morte ==
 +
 +
 +
 +
== Note ==
 +
 +
== Bibliografia ==
 +
 +
 +
[[Categoria:Mafiosi]] [[Categoria:Nati il 16 novembre]] [[Categoria:Nati nel 1922]] [[Categoria:Morti il 5 luglio]] [[Categoria:Morti nel 1950]]

Versione attuale delle 15:44, 1 mag 2019

Salvatore Giuliano

Salvatore Giuliano (Montelepre, 16 novembre 1922 – Castelvetrano, 5 luglio 1950) fu un criminale e indipendentista siciliano. A partire dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, a capo di un gruppo di separatisti, fu autore di una serie di efferati crimini in tutta la Sicilia, tra cui la Strage di Portella della Ginestra

Biografia

Primi anni

Banditismo

Il 2 settembre 1943, durante un controllo di routine, furono sequestrati dai carabinieri due sacchi di frumenti di 80 kg insieme al cavallo che li trasportava; Salvatore Giuliano estraendo una pistola uccise il carabiniere Antonio Mancino. Si rifugiò nelle campagne di Montelepre iniziando la sua vicenda nel banditismo.


Morte

Il mistero della morte

Note

Bibliografia