Modifiche

Strage del rapido 904

1 byte aggiunto, 20:56, 27 ott 2013
/* Le indagini */
Il 18 febbraio 1994, la Procura di Firenze conclude il procedimento a carico del deputato dell'MSI Massimo Abbatangelo, la cui posizione era stata stralciata dal processo principale. Viene assolto dal reato di strage, ma condannato a sei anni di reclusione per aver consegnato l'esplosivo a Giuseppe Misso.
Il 27 aprile 2011, i pm Paolo Itri e Sergio Amato, della Direnzione Distrettuale Antimafia di Napoli hanno emesso un'ordinanza di custodia cautelare per il capo dei capo Toto Totò Riina, ritenuto il mandante della strage, sulla base di dichiarazioni di nuovi pentiti, tra i quali Giovanni Brusca. La Cassazione stabilisce la competenza della Procura di Firenze, competenti il procuratore Giuseppe Quattrocchi e il magistrato della Dda Angela Pietroiusti: nel dicembre 2012 la procura chiude le indagini, e il 10 maggio 2013 rinvia a giudizio Totò Riina.
1 711
contributi