Modifiche

Pietro Scaglione

2 030 byte aggiunti, 16 marzo
{{bozzaespandere}} '''Pietro Scaglione''' (Palermo, [[2 marzo]] [[1906]] – Palermo, [[5 maggio]] [[1971]]) è stato un magistrato italiano, primo giudice ucciso da [[Cosa Nostra]] in Sicilia. == Biografia == Dopo essere entrato in magistratura nel [[1928]] e avere esordito in aula come pubblico ministero negli anni Quaranta, Scaglione indagò sulla banda [[Salvatore Giuliano]] e preparò dure requisitorie contro gli assassini del sindacalista [[Salvatore Carnevale]], ucciso nel [[1955]], negli anni delle lotte contadine per la redistribuzione delle terre.  Diventato procuratore capo nel [[1962]], Scaglione indagò sulla [[strage di Ciaculli]] e inquisì [[Salvo Lima]], [[Vito Ciancimino]] e altri politici locali e nazionali.  === L’omicidio === Il 5 maggio 1971 Scaglione si trovava a bordo della Fiat 1300 nera guidata dall'agente di custodia [[Antonio Lorusso]], quando l’auto venne bloccata in via dei Cipressi da un'altra automobile, da cui uscirono due o tre persone che fecero fuoco con pistole calibro 9 e 38 Special. == Indagini e Processi== Nel gennaio 1991 il giudice istruttore di Genova Dino Di Mattei, che si occupava delle indagini, dichiarò di non doversi procedere nei confronti dei presunti responsabili dell'omicidio del procuratore Scaglione ([[Gaetano Fidanzati]], [[Gerlando Alberti]] e il figlio, [[Salvatore Riina]], [[Luciano Leggio]], [[Pippo Calò]], [[Francesco Scaglione]], [[Pietro D'Accardio]] e [[Francesco Russo]]) in quanto «non è stato possibile individuare nei confronti di questi imputati gli elementi convincenti di accusa, come ad esempio il rinvenimento delle armi usate o testimonianze dirette, che giustifichino il passaggio alla fase dibattimentale». == Bibliografia ==*Saverio Lodato, ''Quarant’anni di mafia, Milano'', BUR, 2013 [[Categoria:Magistrati]] [[Categoria:Vittime innocenti delle mafie]] [[Categoria:Vittime di Cosa Nostra]] [[Categoria:Nati il 2 marzo]] [[Categoria:Nati nel 1906]] [[Categoria:Morti il 5 maggio]] [[Categoria:Morti nel 1971]] [[Categoria:Vittime senza giustizia]]
66
contributi