Procuratore nazionale antimafia

Da WikiMafia.
Jump to navigation Jump to search


Il Procuratore nazionale antimafia è l'ufficio che dirige la Direzione nazionale antimafia, organo della Procura generale presso la Corte di Cassazione col compito di coordinare a livello nazionale le indagini sulla criminalità organizzata, e dal 2015 anche sul terrorismo.

Disciplina normativa

Il Procuratore nazionale antimafia è stato istituito col decreto-legge n. 367 del 20 novembre 1991, contestualmente alla creazione della Direzione nazionale antimafia e le relative direzioni distrettuali antimafia, convertito nella legge n. 8 del 20 gennaio 1992.

L'ufficio è sottoposto alla vigilanza del Procuratore generale presso la Corte di Cassazione, che riferisce a sua volte al Consiglio Superiore della Magistratura (CSM) sull'attività svolta e i risultati conseguiti dalla stessa Direzione nazionale antimafia e dalle subordinate direzioni distrettuali antimafia istituite presso ciascuna Procura della Repubblica del tribunale dei 26 capoluoghi di distretto di Corte d'appello.

Con la Legge n. 43 del 17 aprile 2015 si è aggiunta la competenza della "trattazione di procedimenti in materia di terrorismo, anche internazionale".