Agata Azzolina

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Agata Azzolina (N.D. - Niscemi, 23 marzo 1997) è stata una commerciante, suicidatasi dopo il duplice omicidio del marito e del figlio da parte di Cosa Nostra.

Biografia

Dopo una lunga serie di intimidazioni e tentativi di estorsione, la sera del 16 ottobre 1996 due uomini entrarono nel negozio di proprietà della famiglia Frazzetto. I due iniziarono a picchiare Agata Azzolina, moglie di Salvatore, allora 46enne. Quest'ultimo e suo figlio, Giacomo, si ribellarono e accorsero in aiuto della donna. I due, dopo essere stati resi inoffensivi, vennero uccisi dai malviventi.

Per il dolore provocato dalla morte del marito e del figlio, Agata Azzolina, che sopravvisse a quel terribile giorno, si tolse la vita 23 marzo 1997, lasciando solo la figlia Chiara a chiedere giustizia per la famiglia.

Bibliografia

  • Corriere della Sera, Rapina in pellicceria: uccisi padre e figlio, 17 Ottobre 1996
  • l'Unità, Si è sposata Chiara, il racket sterminò la sua famiglia. Matrimonio con l’agente che indagò sul suo caso, 21 Settembre 1997