Concetta Lemma

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Concetta Lemma (N.D.– Feroleto della Chiesa (RC), 11 gennaio 1964) è stata una ragazza di sedici anni, vittima di ‘ndrangheta.

Biografia

Concetta Lemma venne ammazzata a colpi di lupara, l’11 gennaio 1964 a Feroleto della Chiesa, in provincia di Reggio Calabria, a causa di una vendetta trasversale all’interno di una faida tra famiglie.

La faida

Il 15 dicembre 1963 Gaetano Furfaro, giovane pastore di 18 anni, per l’ennesima volta attraversò l’uliveto di Rocco Lemma, padre di Concetta; il fatto fece scoppiare una violenta lite tra i due, che si concluse a colpi di fucile. Il corpo del ragazzo venne gettato in un dirupo lontano dalla zona. Tuttavia, Rocco, tormentato dai sensi colpa, si consegnò spontaneamente ai Carabinieri, facendo rinvenire il corpo. Nonostante Lemma fosse finito in carcere per l’omicidio, il fratello di Gaetano, Giuseppe, decise di vendicarsi ugualmente. All’alba dell’11 gennaio 1964 si presentò a casa Lemma: Concetta, che si trovava in cucina e preparava il caffè venne colpita da due colpi secchi di lupara. La madre Carmela Cirillo accorse sul luogo quando Furfaro si trovava ancora in casa. Quest’ultimo minaccia anche lei, senza ucciderla. Giuseppe Furfaro e Rocco Lemma vengono condannati entrambi a vent’anni di carcere.