Strage di Alia

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


La Strage di Alia è stato un attentato mafioso avvenuto il 22 settembre 1946, in cui persero la vita due contadini, Giovanni Castiglione e Girolamo Scaccia. I feriti furono tredici.

La Strage

Il 22 settembre era stata convocata una riunione di contadini a casa di Giuseppe Maggio, segretario comunista della Camera del Lavoro della cittadina del palermitano, per discutere della riassegnazione dei feudi Rigiura e Vaccotto, in mano alla mafia agraria dell'epoca, sfruttando i decreti Gullo. Durante la riunione, però, un gruppo di persone, mai identificate, lanciò bombe a mano all'interno della casa e cominciò a sparare colpi di lupara quando, nel panico generale, molti uscirono in strada.

I responsabili non furono mai assicurati alla giustizia.