Giulio Andreotti

Da WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie.


Giulio Andreotti (Roma, 14 gennaio 1919 – Roma, 6 maggio 2013) è stato un politico italiano, esponente della Democrazia Cristiana, sette volte Presidente del Consiglio e ventisette volte ministro. Dal 1945 al 2013 fu sempre membro delle assemblee legislative italiane: prima della Consulta Nazionale e dell'Assemblea costituente, poi della Camera dei Deputati dal [[1948] fino al 1991 e successivamente come senatore a vita.

Il 15 ottobre 2004 la Corte di Cassazione confermò la sentenza d'Appello che lo vedeva imputato per associazione mafiosa: prescrizione per associazione a delinquere semplice (il reato di associazione mafiosa fu introdotto il 13 settembre 1982) per i fatti compiuti fino al 1980, assoluzione per quelli successivi.