Erano Semi - in memoria di tutte le vittime innocenti delle mafie

Li avete uccisi ma non vi siete accorti che erano SEMI

Mercoledì 18 marzo WikiMafia – Libera Enciclopedia sulle Mafie, in collaborazione con l’Associazione Quarto Savona Quindici, la CGIL Milano e l’Università degli Studi di Milano e col patrocinio del Comune di Milano, organizza la manifestazione ERANO SEMIin memoria di tutte le vittime innocenti delle mafie, che si terrà nell’Aula Magna dell’Università in via Festa del Perdono 7 alle h 18:00, in vista della Giornata nazionale in loro ricordo istituita per legge solo nel 2017, ma celebrata dal 1996 da Libera il 21 marzo di ogni anno.

In Italia abbiamo un triste record, quello di oltre 1000 persone uccise da un Potere che fino al 1992, cioè fino alla sentenza della Cassazione sul Maxiprocesso, ufficialmente non esisteva. Quei morti interrogano ancora oggi la nostra coscienza e sono la linfa vitale del nostro impegno quotidiano a sostegno di una diffusione capillare del sapere e della conoscenza, per avere sempre più cittadini liberi e consapevoli che si oppongano alle mafie. Se oggi possiamo nominare la parola mafia e abbiamo i mezzi per contrastarla è perché ci sono persone che hanno sacrificato la loro vita in difesa della libertà e della democrazia del nostro paese.

Erano Semi - I resti della Quarto Savona Quindici, l'auto di scorta di Giovanni Falcone
i resti della Quarto Savona Quindici

L’auto di scorta di Falcone a Milano

Per l’occasione arriverà a Milano per la prima volta la teca contenente i resti della Quarto Savona Quindici, l’auto di scorta di Giovanni Falcone, che sarà visitabile dalla cittadinanza nel cortile d’onore del ‘600 dell’Università in Via Festa del Perdono 7, dalle h 11:00 del 18 marzo fino alle 14:00 del 19 marzo 2020.

La lotta alla mafia – un impegno di TUTTI

La commemorazione che avrà luogo alle 18:00 in Aula Magna sarà composta di due momenti. Nella prima parte interverranno sul palco riflettendo sul tema della memoria attiva che non si fermi al mero ricordo ma si faccia impegno quotidiano, traducendosi in un impegno di TUTTI contro le mafie, soprattutto delle giovani generazioni:

  • Giuseppe Governale, Generale dell’Arma dei Carabinieri e Direttore della Direzione Investigativa Antimafia;
  • Alessandra Dolci, Procuratore Aggiunto a capo della Direzione Distrettuale Antimafia di Milano;
  • Massimo Bonini, Segretario Generale della Camera del Lavoro CGIL di Milano;
  • Giovanni Montinaro, figlio di Antonio, capo scorta di Giovanni Falcone, fondatore dell’Associazione Quarto Savona Quindici;
  • Pierpaolo Farina, Ideatore e Direttore di WikiMafia – Libera Enciclopedia sulle Mafie

Conduce Attilio Bolzoni, giornalista de “la Repubblica“. Saluti istituzionali di Elio Franzini, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Milano. E’ stato invitato a portare i saluti della città il sindaco di Milano Beppe Sala.

Erano Semi – La lettura dei nomi

La seconda parte consisterà nella lettura degli oltre mille nomi delle vittime innocenti delle mafie, che sarà aperta dal Prof. Nando dalla Chiesa, sociologo e Direttore dell’Osservatorio sulla Criminalità Organizzata (CROSS). Alla lettura prenderanno parte in particolare:

  • Tina Montinaro, vedova di Antonio, Presidente dell’Associazione Quarto Savona Quindici;
  • Carlo Alberto dalla Chiesa, Ceo di Ostello Bello e nipote del Generale Carlo Alberto dalla Chiesa;
  • Stefano Mattacchini, nipote di Giorgio Ambrosoli;
  • Renato Saccone, Prefetto di Milano;
  • Sergio Bracco, Questore di Milano;
  • Piergiorgio Samaja, Colonnello della Guardia di Finanza a capo della Direzione Investigativa Antimafia di Milano;
  • Luca de Marchis, Colonnello dell’Arma dei Carabinieri, Comandante Provinciale di Milano
  • Gabriele Rabaiotti, Assessore alle politiche sociali e abitative del Comune di Milano;
  • David Gentili, Presidente della Commissione Consiliare Antimafia del Comune di Milano;
  • Lamberto Bertolè, Presidente del Consiglio Comunale di Milano;
  • Monica Forte, Presidente della Commissione speciale Antimafia di Regione Lombardia;
  • Roberto Cenati, Presidente provinciale di Milano dell’ANPI;
  • don Massimo Mapelli, coi ragazzi della Libera Masseria di Cisliano, bene confiscato alla ‘ndrangheta;
  • Mario Portanova, giornalista de il Fatto Quotidiano, co-autore del libro “Mafia a Milano“;

oltre a studenti, cittadini ed esponenti del mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo che verranno comunicati a ridosso della manifestazione sui nostri canali social.

La lettura sarà accompagnata da un’esecuzione musicale dal vivo, a cura di alcuni elementi dell’Orchestra dell’Università Statale.

Come si accede in Aula Magna

L’accesso in Aula Magna è libero, previa registrazione. Bisogna compilare il form di pre-adesione qui sotto: usate un indirizzo email che controllate spesso, perché mercoledì 11 marzo verrà inviato a chi ha pre-aderito il link per confermare la propria presenza in sala, in ordine di iscrizione. In caso di mancata conferma tramite il link entro sabato 14 marzo, il posto sarà liberato.

In caso di overbooking, priorità di invio del link di conferma ai sostenitori di WikiMafia e agli studenti dell’Università degli Studi di Milano, in ordine di iscrizione. Garantito comunque almeno il 40% di posti in sala a tutte le altre tipologie di partecipanti.

Adesioni

Hanno aderito alla lettura anche le seguenti associazioni della società civile milanese (elenco in aggiornamento): ANPI Milano, Scuola di Formazione Politica Antonino Caponnetto, Associazione Studentesca ListediSinistra.

La rassegna “Sulle Nostre Gambe”

L’evento “Erano SEMI – in memoria di tutte le vittime innocenti delle mafie” apre la Rassegna “Sulle Nostre Gambe – Studenti contro la mafia“, che continuerà con l’edizione 2020 del Torneo di “Sport contro le mafie” e un altro evento in Aula Magna il 18 maggio in ricordo di Giovanni Falcone, e si concluderà il 23 maggio nel giardino della Memoria di Capaci. L’intera rassegna è in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano, la CGIL Milano e l’Associazione Quarto Savona Quindici, col patrocinio del Comune di Milano.