Sport contro le Mafie

Sport contro le mafie è un progetto di WikiMafia – Libera Enciclopedia sulle Mafie, ideato nel 2017 in occasione del 25° anniversario delle Stragi di Capaci e Via D’Amelio.

Attraverso l’organizzazione di tornei in varie discipline sportive, l’obiettivo di Sport contro le mafie è duplice:

  • far conoscere la storia delle mafie nei territori in cui vengono organizzati i tornei;
  • destinare simbolicamente il ricavato a un’iniziativa educativa, non necessariamente sorta su un bene confiscato, che abbia come scopo primario la riqualificazione e l’arricchimento socio-culturale del quartiere in cui opera.

Il valore dello sport contro la cultura mafiosa

WikiMafia crede fermamente nello sport come strumento contro le mafie. I valori dello sport sono un efficace antidoto contro la mentalità mafiosa, tipica non solo dei mafiosi, ma comune anche a chi mafioso non è come ricordava Giovanni Falcone

Nel momento in cui ogni disciplina sportiva è sottoposta a una serie di regole che tutti devono rispettare, lo Sport assume un valore pedagogico di altissimo livello, trasmettendo un insieme di principi molto importanti per la formazione educativa e culturale di una persona.

Lo sport insegna infatti a fare sacrifici, a credere in determinati ideali, a lottare per difenderli, ma soprattutto a rialzarsi dopo una caduta: disciplina la mente e non solo il corpo. In quanto pratica culturale rappresenta un grande strumento per sradicare la mentalità mafiosa e liberare i più giovani di certe realtà sociali da un futuro criminale che sembra ineluttabile. (Ne abbiamo parlato anche nel 2020 con Matteo Piano nella video-chat “Lo sport come metafora di vita“).

I tornei di Sport contro le mafie

La prima edizione di Sport contro le mafie si è tenuta domenica 18 giugno 2017: quel giorno sono stati organizzati a Milano un torneo di calcio a 5 e di beach volley. Il ricavato (835 euro) è stato devoluto interamente a Casa Chiaravalle, progetto di accoglienza sorto sul bene confiscato più grande della Lombardia. 

Dopo il lungo stop causato dalla pandemia, una nuova edizione di Sport contro le mafie si terrà sabato 28 maggio in occasione del 30° anniversario delle Stragi di Capaci e Via D’Amelio. Questa volta il ricavato del torneo sarà devoluto all’associazione Quarto Savona Quindici a sostegno delle sue iniziative educativo-sportive a Palermo e nel giardino della Memoria di Capaci. Info alla pagina dedicata.